PRODOTTI HEMA FREE | SPEDIZIONE GRATUITA DA 50€ | PAGA ANCHE ALLA CONSEGNA | RESO 30 GIORNI

Pulizie di primavera in salone come affrontarle

Pulizie di primavera in salone e centro estetico come affrontarle

La primavera porta con se un senso di rinascita e anche tanta energia. E’ anche il tradizionale periodo delle grandi pulizie in casa e nel luogo di lavoro (non che durante l’anno non si facciano) ma sicuramente ci mettiamo più effort.

Pulizia, sanificazione e scarti

Oltre a pulire e sanificare il tuo studio o salone questo è anche il momento per valutare il tuo inventario e fare scarti.

In questo articolo vogliamo darti qualche suggerimento sulle pulizie ma anche sulla conservazione e sistemazione dei tuoi strumenti di lavoro.

Si sa che amiamo sperimentare nuovi prodotti e c’è anche una maniacale voglia di avere tanti colori per le nostre clienti (che poi quel colore che vogliono non lo abbiamo mai!)

Ma è altrettanto importante monitorare la scadenza dei prodotti e la qualità per rendere i nostri servizi sempre impeccabili.

Vale la pena perdere la reputazione per un prodotto che non sia di qualità? 

Ma anche no! Ma ora partiamo velocemente con le pulizie.

Pulizia e sanificazione

Tenere costantemente il luogo di lavoro pulito e sanificato è uno dei fattori imprescindibili in ogni settore.

Come prima cosa se hai un team non esitare a coinvolgere tutti nelle pulizie di primavera.

Assicurati di avere gli equipaggiamenti per tutti: guanti, secchi, spazzole, strofinacci ecc...

Per non dimenticare alcune cose, di seguito una lista delle superfici da pulire:

  • Pavimenti: aspirare e lavare. Spostare ogni mobile e ogni tappeto per raggiungere le zone difficili;
  • Finestre: lavarle con un detergente per vetri. Passare una spugna sugli infissi interni ed esterni;
  • Lampadari: spolverarli, senza dimenticare lampadine e paralumi;
  • Maniglie delle porte, interruttori, termosifoni, mensole e cassetti: pulirli accuratamente con uno straccio;
  • Tessuti: lavare tappeti, cuscini dei divanetti, eventuali ornamenti come cornici o portafoto;
  • Piccoli elettrodomestici: pulire pos, casse, telecomandi, telefoni, sveglie con uno straccio imbevuto di candeggina ben diluita;
  • Catalogare i piccoli lavori: una porta che cigola, una lampadina fulminata, un rubinetto che perde, un armadio disassato, etc. Ricorda le clienti fanno molto caso a queste piccolezze!

Ma ora veniamo ad un altro punto cruciale, gli attrezzi del mestiere.

Sistemazione, conservazione e scarti

Come abbiamo detto all’inizio di questo articolo, la sistemazione e la conservazione dei prodotti non può passare in secondo luogo.

Approfitta delle pulizie di primavera per fare uno scarto dei prodotti che non utilizzi, sistemazione e pulizia di mensole e cassetti.

Per quanto riguarda la conservazione, generalmente i semipermanenti THE GEL POLISH hanno una durata di 24 mesi e i gel di 12 se aperti e tenuti in buone condizioni sia climatiche che fisiche.

Ma anche creme mani, scrub e sieri devono essere controllati soprattutto se la maggior parte degli ingredienti non sono naturali.

Quindi il consiglio che vogliamo darti è monitorare la scadenza dei prodotti e controllarli prima di usarli per la tua cliente.

Un altro suggerimento può essere quello di annotarti la data di scadenza in base all’apertura del prodotto.

Cerca di sistemare i prodotti in base alla loro “longevità” e di consumare prima i prodotti vecchi senza aprire i nuovi appena arrivati (la tentazione è forte lo so)!

Inoltre cerca di utilizzare i vecchi prodotti per sperimentare nuove nail art.

I TOP GEL ad esempio, vengono molto spesso contaminati da altri prodotti come i glitter.

Prima di utilizzarlo assicurati che sia integro.

Altro fattore di fondamentale importanza è lo smaltimento.

Va bene procedere con scarti e riempiere bustoni della spazzatura, ma fallo in maniera consapevole, anche l’ambiente non ne risentirà!

Ogni prodotto porta le indicazioni per lo smaltimento, noi di Divina Nails teniamo a cuore più di ogni altra cosa la sostenibilità dei pack.

Le nostre boccettine sono in vetro e le nostre box in carta riciclata.

Abbiamo inserito inoltre la tabella per lo smaltimento riportata sul retro della boccetta.

Anche i consumabili come pads imbevuti di acetone vanno sigillati prima di buttarli nei contenitori.

Concludiamo con un ultimo consiglio ma non meno importante.

Controlla sempre lo stato dei prodotti di sterilizzazione e sanificazione poichè potrebbero diventare inefficienti e mettere a rischio lo stato di salute tuo e della tua clientela.

Vuoi ricevere aggiornamenti per i prossimi D-Blog?
Iscriviti alla Newsletter.

Leggi altri articoli